La CONSILIENZA è la tendenza all' UNIFICAZIONE del Sapere Universale.

 

La Consilienza è stata definita - con efficace metafora-  come "l'orchestrazione delle Scienze", nella innovativa intuizione della convergenza olistica e finalistica di tutte,  verso una Summa Universale.

 

Il termine è stato coniato dal filosofo ed educatore britannico William Whewell  (1794-1866. In: "La filosofia delle scienze  induttive") , che definisce la CONSILIENZA come "l'inferenza che occorre quando un'induzione ottenuta da una classe di realtà, coincide con un'altra induzione , sorta da una diversa classe di realtà".

Ripresa dal biologo vivente americano Edward Osborne Wilson  nel suo libro "Consilience: The Unity of Knowledge, 1998" (Knopf  con ISBN: 0-679-45077-7) , il termine CONSILIENZA è stato indagato anche dal filosofo Gesuita Pierre Teilhard De Chardin (1881-1955) con innovative, quanto incomprese (all'epoca) intuizioni di grandissimo valore.

 

La consilienza è la più alta manifestazione d'effetto del TRA-MANDARE migliorativo in ciascun passaggio. Rappresenta la finalizzazione (telos in Greco) dei diversi Saperi e l' AGGREGAZIONE RELAZIONALE e INTERCONNESSA degli stessi in ambito umano CONDIVISO.

 

Il miglior veicolo, ad oggi a disposizione del genere umano per realizzare l'avvicinamento alla CONSILIENZA a fasi successive,  è rappresentato dalla rete Internet.