Il Pensatoio Think Tank

01
Giu
2010

PROGETTO YOU-STITIA

. Posted in Think Tank

PROGETTO YOU-STITIA                                                                      

Follow gmboccanera on Twitter

 


 


L'esperienza che ho tratto dal mio PROGETTO COMM-UNICO, risalente al marzo 2009 (ovvero a 15 mesi fa),  e le visionarie innovazioni in esso contenute circa gli sviluppi della Conciliazione, ivi espresse ben PRIMA dell'entrata in vigore della legge 69/2009 dell'  agosto 2009 e del successivo decreto n° 28/2010 del marzo 2010, nonchè le tracce indicate sull' evoluzione delle professioni intellettuali, in modo particolare per quella dei dottori commercialisti ed esperti contabili di cui faccio parte, mi induce a continuare sulla strada creativa intrapresa.  Ma con necessarie modifiche di metodo, atteso che il PROGETTO COMM-UNICO è stato tenuto tacitamente "sotto coperta" fino alla data di pubblicazione su questo sito, avvenuta per mia mano volontaria  il giorno 01.01.2010 , in coincidenza del quinto compleanno di mio figlio Valerio Meridio.

 

Per il PROGETTO YOU-STITIA , trattandosi di progetto da valere quale mio piccolo ma significativo contributo ad una delle Grandi Riforme del nostro Sistema Paese Italia, ho pensato ad un approccio diverso di divulgazione e di realizzazione, ove ritenuto di interesse collettivo. Le segnalazioni numeriche delle visite su questo articolo e i tweets via TWITTER che mi giungeranno da oggi in poi , forse, potranno testimoniarle l'effettiva esistenza  o meno di tale interesse collettivo. (Condividi su TWITTER: http://twitter.com/gmboccanera)

 

Iniziamo dal nome. PROGETTO YOU-STITIA :  intende sottolineare la relazione bidirezionale tra le due parole YOU e STITIA , in modo che la loro unione italianizzata dia luogo al fonema  " IUSTITIA"  (=lat. Giustizia) .

Non a caso l'unione tra il TU (you in inglese) e la desinenza STITIA , contribuisce a creare la parola latina IUSTITIA, che ancora oggi dopo oltre duemila anni campeggia in evidenza in ogni Tribunale o Corte di Giustizia Italiana.

Ebbene proprio la considerazione  del pronome personale YOU (TU) in relazione alla parola composta YOU-STITIA , induce a ritenere il valore soggettivo della compartecipazione e condivisione di cui ciascuno potrà essere portatore verso la migliore organizzazione della complessa architettura di Stato che attribuisce in via giurisdizionale diritti e impone doveri, sanzionandone l'eventuale inosservanza  a fini collettivi.

 

Gli argomenti  strategici trattati, e da trattare ancora, nello sviluppo del PROGETTO in progressing saranno:

 

1) Compartecipazione del singolo alla Riforma: interazione su tematiche etiche e compartecipazione allo sviluppo del progetto. Modalità telematiche e diffusive  di MEMI di  DIAL-ETICA e di SEGNAL-ETICA tramite il meccanismo della IMITAZIONE e riconoscibilità sociale dei risultati (approvazione/disapprovazione). Innovazione sull'emersione del nuovo valore sociale della riconoscibilità e del contributo personale a fini collettivi. La sensazione diffusa di poter contribuire da semplice cittadino con suggerimenti, commenti etc al buon andamento della macchina genererà interesse all'argomento e stimolo alla verifica successiva. Fare leva sul lato emozionale del sentirsi partecipi di un cambiamento percepito come importante.  Strumenti principali saranno alcuni social network strategici come TWITTER , con personalizzazioni specifiche di APPS (Applicazioni software) e API (Applied Programming Interfaces). Ricordiamo che il PARLAMENTO BRITANNICO sta incentivando la diffusione di indirizzi TWITTER a tutti i suoi membri (giugno 2010)  per sensibilizzarli proprio sulle frontiere della compartecipazione mediatica del singolo elettore e cittadino. Lo si dovrebbe fare anche in Italia , coinvolgendo TUTTI i nostri politici a fare altrettanto. Non è necessario l' obbligo, per emulazione diffusiva gli altri verranno dopo che i primi sono già partiti.  Se bene impostata questa prima fase progettuale potrebbe ingenerarsi un circolo virtuoso in tema di rafforzamento di coesione sociale , attraverso la compartecipazione. Verrebbe cioè a rafforzarsi il senso di appartenenza ad un Sistema Paese

 

2) Migliore utilizzo delle strutture esistenti con creazione di Circoli di qualità interni a ciascun distretto di Corte d' Appello,  a ciascun Tribunale e ciascuna sede distaccata di Tribunale. Dislocati sul territorio in posizione di ascolto rispetto alla base e all'utenza territoriale. La funzione dei Circoli di Qualità sarà di catalizzare le innovazioni di processo e le best practices (buone prassi) che potranno contribuire a migliorare il godimento del servizio pubblico GIUSTIZIA. In questa fase,  importanza fondamentale sarà rivestita dagli Ordini Professionali, in primo luogo da quello degli avvocati e da quello dei dottori commercialisti. Le sigle sindacali maggiormente rappresentative sul territorio dovranno essere coinvolte nel progetto di sviluppo. I players dello sviluppo iin questa fase dovranno necessariamente disporre di un approccio facilitativo ad affrontare la questione senza far prevalere quello ideologico, ma puntando sulla condivisione della EUPETENZA.

 

3) Diffusione dell'informazione e dei feed-back dei cittadini e utenti  mediante strutture telematiche aggiornate. Reti wi-fi LAN o WI-MAX (Appena disponibili) GRATUITE a banda larga e larghissima con formula access point tipo HOT-SPOT a tempo per gli utenti su ogni Presidio Territoriale di Giustizia, con autenticazione  ID (Tribunale, Corte, Sez distaccata, etc) e collegamento ai siti internet relazionali web 2.0 di ciascun Presidio Territoriale di giustizia. Prefenza di utilizzo di tecnologia low-cost alla portata di tutti.

 

4) Identificazione e sviluppo di sistema innovativo di acquisizione risorse finanziarie AGGIUNTIVE e NON SOSTITUTIVE di quelle disponibili per trafderimento dal Ministero , che possano essere valorizzate nell'entità anche ai fini del livello di qualità raggiunto da ogni presidio Territoriale di Giustizia e di conseguenza della capacità meritocratica degli operatori pubblici dello stesso.  Tale sistema, tutto in modalità digitale, passa attraverso MICRODONAZIONI via web, via telefono cellulare e altri mezzi innovativi (i-pad) , direttamente sul sito internet di ciascun Presidio di Giustizia Territoriale, sotto la supervisione e controllo del Distretto di Corte di Appello di appartenza, che provverà a nominarne il comitato di gestione delle risorse, costituito da non oltre 5 membri scelti a rotazione biennale nelle posizioni di vertice di ciascun Tribunale. Dei risultati ottenuti con il sistema delle MICRODONAZIONI si terrà conto nella valutazione del raggiungimento degli obiettivi standard di qualità di ciascun Tribunale. I proventi finanziari così acquisiti verranno destinati ESCLUSIVAMENTE alla dotazione di materiali consumabili e miglioramento informatico del Presidio territoriale di Giustizia, riservandone 1/4 alla premialità dei dipendenti dello stesso che si saranno distinti per l'operato. Le evidenze di tutto ciò saranno PUBBLICHE e disponibili su apposita sezione del sito internet di ciascun Tribunale o altro Presidio Territoriale.  La valutazione dei dipendenti meritevoli sarà operata in maniera pubblica attraverso meccanismi di valutazione "on the web"  ai quali qualunque semplice cittadino potrà avere accesso , previa identificazione a mezzo PEC (posta elettronica certificata) . Le maggiori valutazioni positive determineranno la corrispondente graduatoria di merito.

 

5) Mantenimento di un gruppo centrale di sviluppatori informatici, tecnocrati ministeriali , creativi e think-tanker , a sviluppo in matrice di non oltre cinque soggetti per combinazione di matrice, che possano diffondere, dirigere, modificare e tarare gli sviluppi del Progetto nell ' ambito minimo triennale e curarne le neccessarie compatibilità ambientali....

 

..... IL PROGETTO E' IN PROGRESSING e IN FASE DI  SVILUPPO ..... A BREVE.... E LO CONSIDERO A "CODICE SORGENTE APERTO" ovvero APERTO ALLE CONTRIBUZIONI PERSONALI  CHE CIASCUNO VORRA' DARE.....

 

TWITTER:    tag:  #PROGETTOYOUSTITIA (Condividi su TWITTER: http://twitter.com/gmboccanera)

 

di Gian Marco Boccanera

 

Direct Phone Line:     +39 0677073681